il-tuo-uomo-di-paglia-la-tua-personalita-giuridica

Il tuo “Uomo di Paglia” cioè la tua “Personalità Giuridica”

Riposto candidamente un articolo estremamente interessante riguardante la propria Personalità Giuridica ovvero il proprio Uomo di Paglia. Tutti noi all’atto di nascita ci ritroviamo un Uomo di Paglia che rappresentiamo. Lui è noi stessi stipulanti il contratto che ci lega allo stato italiano in quanto istituto Corporation Italia. Una finezza giuridica fondamentale per poter permettere allo Stato o chi ne è al governo in un dato momento di poter esercitare un diritto particolare sulla nostra sovranità individuale. Complicato ma lo scritto sotto riportato ne semplifica il concetto, i video a seguire non solo lo rendono chiaro per tutti, ne sottolineano le implicazioni secondarie nella vita quotidiana. E come tutte le rivelazioni è da prendere con le pinze ed il buon senso. Benvenuto individuo max! Grazie.

Uno degli ostacoli maggiori che trovo quando parlo alle persone, è far “digerire” la figura del TRUST. Onestamente non è stata immediata nemmeno per me, all’inizio mi sembrava surreale e impossibile da capire, ma parlandone e documentandomi ho scoperto che è tutto vero.

Nel precedente articolo avevo accennato ad un istituto come l’UCC che regolamenta e disciplina il commercio mondiale, al quale tutti gli stati facenti parte della SEC devono sottostare. Ma non è solo a questo istituto che la CORPORATION ITALIA deve allinearsi, esistono altre figure o ordinamenti come il diritto romano, il diritto marittimo ( sul quale il nostro ordinamento e forse mondiale è basato ) e la Common law o legge comune alle quali deve sottostare. Dobbiamo trovare un minimo comune denominatore per poterci muovere in questo universo che sembra dividerci dal mondo giuridico dell’ordinamento anglosassone, come diritto naturale, diritto positivo e common law.

Questa breve introduzione è perché erroneamente crediamo o ci fanno credere che il Trust sia solo materia anglosassone ( dove ha origine questa figura ) ma in realtà non è cosi, grazie alla “Convenzione de L’Aja sulla legge applicabile al trust” del giorno il 1° luglio 1985, ratificata dalla Repubblica Italiana con la legge n. 364 del 16 ottobre 1989, entrata in vigore il 1° gennaio 1992, il nostro Paese non solo riconosce la legittimità dei trust istituiti all’estero, ma ne consente l’istituzione anche in Italia, anche nel caso in cui tutti gli elementi (in particolare soggetti e beni) siano italiani.

Quando nasciamo nell’esatto momento in cui veniamo al mondo si crea automaticamente con noi una figura giuridica denominata “trust” chiamata anche uomo di paglia, di cui noi ne ignoriamo completamente l’esistenza e di cui il governo pensa bene di farcelo sapere. Sulla base di ogni certificato di nascita una persona giuridica o “finzione giuridica” viene creata con il tuo stesso nome e cognome ( o meglio è il TUO NOME E COGNOME ( trust ) che viene creato ) per confonderti che quello sia tu. Ed è per questo che quando i rappresentanti di un governo i cancellieri di un tribunale la stessa polizia si rivolge a te, per prima cosa ti chiede: LEI E’ IL SIGNOR TAL dei TALI? perché hanno bisogno che tu ti riconosca nel TRUST in questa finzione giuridica, in modo tale da ricevere il tuo consenso per poter applicare la loro giurisdizione senza che tu ne sappia assolutamente nulla.

Quando ricevi una fattura o una lettera viene consegnata a te ma in realtà questa fattura o lettera è del tuo TRUST nel bene o nel male, per questo motivo tutte le multe, fatture, avvisi giudiziari iniziano con ” Sig” o “Sig.ra” e con il nome maiuscolo perché è indirizzata ad un pezzo di carta ad un negozio giuridico creato sulla carta attraverso il tuo certificato di nascita.

Quando tu compri o registri qualcosa, stai concedendo quel titolo alla persona giuridica presso la quale stai registrando il bene, poiché il governo presuppone di averne il possesso. Noi diventiamo in quel preciso momento i custodi del bene ma non i proprietari, poiché nel caso in cui noi non pagassimo più ad es, la nostra auto o le tasse del nostro TRUST il governo potrebbe tranquillamente distruggerlo o appropriarsene liberamente ( suona famigliare il pignoramento? ).

Così succede anche quando nasce un neonato, la procedura usuale e quella di andare in comune e registrare il bambino attraverso il certificato di nascita. Firmando il certificato di nascita tuo figlio diventa di proprietà dello stato, con la libertà di poterti portare via tuo figlio qual ora non piacesse come ti stai comportando con lui, attraverso gli assistenti sociali ( tranquilli il governo pensa a tutto ).

Quando ti presenti in un ufficio in un tribunale o davanti alla polizia, lo fai in rappresentanza del tuo TRUST, per cui tu ESSERE UMANO incarnato ( cioè in carne ed ossa ) ti assumi l’onere di qualsiasi azione o di qualsiasi debito a carico del tuo TRUST così com’è stato previsto che tu faccia.Il negozio giuridico del Trust si compone di tre figure:

Amministratore – Beneficiario – Fiduciario o esecutore

Per far si che tu sia in rappresentanza la figura di amministratore e beneficiario devono coincidere con te ESSERE UMANO e non con il tuo TRUST nome e cognome

In questo articolo spero di aver spiegato come si forma un TRUST nel prossimo proverò a spigare le figure che lo compongono

SVEGLIATI INFORMATI e SII REALISTA

 

Ecco la spiegazione in video (attenzione, al minuto 4.20 vedrete cosa ciò implica!)

 

Ed ecco un caso italiano nel comune di Milano in cui si vede il tentativo da parte del funzionare di marchiare il nome di un nascituro a lettere maiuscole:

A voi le congetture e le riflessioni

Aggiunta: Il grandissimo Igienista Mentale Don Donato vi svela i segreti dell’OPPT-UCC

Una risata che fa pensare. Siamo schiavi?

Annunci
roberto-saviano

Roberto Saviano – Come ti creo una “false flag” dell’informazione e ti distraggo il cittadino

Roberto Saviano è un noto scrittore italiano e tutti lo conoscete sicuramente. Di recente ha rilasciato un’intervista su l’Espresso parlando delle solite cose, le cose che Lui ritiene importanti, le mafiette di zona, i sistemi parassitari etc etc..
Ebbene caro lettore, sarà la solita sensazione di cui in premessa nel mio blog, ma il Suo esulare continuamente la questione sovranità monetaria e debito pubblico mi puzza. Roberto Saviano è notoriamente sotto protezione da parte dello stato ma ritengo sia anche uno strumento nelle mani del potere. Egli combatte le mafiuzze di quartiere ignorando le grandi mafie internazionali delle multinazionali e banche che sottraggono ai governi sovranità e democrazia. E’ come lamentarsi di essersi bagnati con la pioggia mentre si sta cadendo in un lago da un’imbarcazione.

Ritengo lo scrittore, nonostante sia da riconoscerne l’intelligenza e la capacità analitica, un gigantesco ed efficiente organo di distrazione di massa; al pari del gioco ‘call of duty’!