L’attacco al genoma umano defacciato. DNA in pericolo.

Il genoma umano è sotto attacco. E’ ormai chiaro come il sole. Le radiofrequenze dei dispositivi mobili quali i cellulari e i recenti smartphone, le radiofrequenze spinte dei controlli agli aeroporti si manifestano per quello che sono: distorsori del DNA dell’uomo.

La continua irrorazione di metalli nell’aria quali l’alluminio e il bario non servono solo a migliorare le comunicazioni satellitari militari ma hanno lo scopo di influenzare il regolare comportamento e formazione del genoma umano; amplificare quindi i processi di disturbo elettromagnetici indotti da piattaforme radar appartenenti al progetto HAARP. (tra i più vicini a noi si può citare il MUOS in Sicilia). Tra i maggiori complici si possono annoverare google, microsoft, facebook e tutte le compagnie ‘emergenti’ che hanno investito sulla globalizzazione e l’imposizione di applicativi legati all’irrorazione elettromagnetica.

Il fine? La progressiva sterilizzazione del genere umano e la sua riduzione di unità con l’imposizione di modelli culturali e malfunzionamenti corporei. Il corpo umano è un’antenna e come tale viene influenzata dalle emissioni del mondo circostante. L’essere umano finirà presto a dover acquistare la prole che verrà prodotta in vitro, marchiate e chippate a dovere. Tutte le entità scientifiche legate alla sperimentazione medica sono militari, tutti i concetti fisici e biologici derivano da ambienti militari e di controllo. E’ tutta una gigantesca dannosa bolla di sapone che porterà la maggior parte della popolazione terrestre ad una condizione di schiavitù. Gli elementi sono chiari, sta solo a noi adesso svegliarci e scegliere o morire.

Di seguito il video di chi ha lavorato da vicino nell’ambiente delle sperimentazioni biologiche e ha preso coscienza dei pericoli sull’uso delle nano tecnologie per l’essere umano.