Covid-19, il Coronavirus e 5G – la guerra dei media

La premessa al coronavirus

Una serie di eventi che hanno preceduto questa gigantesca farsa mediatica analizzati da Marco Pizzuti:

Coronavirus, un “breve” riepilogo per tappe:

1) Nel 2014 nella città di Wuhan, è stata terminata la costruzione di un laboratorio di livello 4 (autorizzato a maneggiare i virus più letali per l’uomo) costato ben 44 milioni di dollari e che è stato realizzato con la collaborazione della Francia. I ricercatori cinesi infatti, hanno svolto i corsi di preparazione presso il laboratorio di Lione di livello 4. https://www.nature.com/…/inside-the-chinese-lab-poised-to-s…

2) Alla costruzione del laboratorio hanno partecipato anche gli scienziati del Galveston National Laboratory dell’Università del Texas con i quali sono stati mantenuti stretti rapporti di collaborazione. https://www.utmb.edu/…/scientific-diplomacy-and-internation…

3) Le ricerche del Galveston National Laboratory dell’Università del Texas vengono finanziate dal NIAID, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, da altre agenzie federali e dall’industria biofarmaceutica. https://www.utmb.edu/gnl

4) Nel 2015 il Pirbright Institute ha richiesto il brevetto di un coronavirus attenuato che può essere usato per la produzione di un vaccino. Il brevetto è stato rilasciato il 17 dicembre 2019. https://patents.justia.com/patent/10130701

5) Il Pirbright Institute è un ente controllato dal governo britannico e tra i suoi principali finanziatori privati figura la Fondazione Bill & Melinda Gates https://www.pirbright.ac.uk/…/bill-melinda-gates-foundation…’s-livestock-antibody-hub

6) Il 14 luglio del 2019 (prima dello scoppio della comparsa del Coronavirus), si è verificato un piccolo giallo internazionale perché la CBC canadese ha pubblicato la notizia secondo cui la Dott.ssa Xiangguo Qiu, suo marito Keding Cheng e un numero imprecisato di ricercatori del suo team, sono stati scortati fuori dal Canadian National Microbiology Laboratory (NML) di Winnipeg di classe 4 per poi essere espulsi dal Canada. Nessuno di loro è stato arrestato ma è stata aperta un’indagine amministrativa sul loro operato che ha suscitato le proteste della Cina. https://www.cbc.ca/…/chinese-researcher-escorted-from-infec…

7) Il team di scienziati cinesi stava lavorando presso il Canadian National Microbiology Laboratory (NML) di Winnipeg, dove collaboravano al programma speciale sugli agenti patogeni dell’agenzia di sanità pubblica canadese. Quattro mesi prima del loro “sfratto”, una nave contenente due virus eccezionalmente virulenti, Ebola e Nipah, era stata inviata in Cina dall’NML. Quando la spedizione è stata rintracciata, si è scoperto che non era stata rispettata la procedura https://besacenter.org/perspectiv…/china-biological-warfare/

8) Secondo quanto riportato da una relazione del Manohar Parrikar Institute for Defence Studies and Analyses indiano, la spedizione dei due virus dall’NML alla Cina è allarmante per sé, ma solleva anche la questione di quali altre spedizioni di virus o altri articoli potrebbero essere state effettuate in Cina tra il 2006 e il 2018. Qiu ha effettuato almeno cinque viaggi nell’anno accademico 2017-18 e in tale periodo è stata più volte al laboratorio di biosicurezza di livello 4 di Wuhan. I sospetti sugli scienziati cinesi però non sono corroborati da nessuna prova e non esiste neppure un collegamento diretto tra loro e il coronavirus. https://idsa.in/cbwmaga…/chinas-biological-warfare-programme

9) Secondo fonti del TGCom, a Wuhan, nel settembre del 2019, si è svolta un’esercitazione militare per simulare una minaccia chiamata “coronavirus” https://www.tgcom24.mediaset.it/…/coronavirus-quella-strana…

10) Il 18 ottobre 2019, trecento atleti militari americani sono sbarcati a Wuhan insieme a molti altri atleti delle forze armate di 140 nazioni per partecipare al Military World Games https://www.scmp.com/…/xi-jinping-open-military-world-games…

11) Il 18 ottobre 2019, il John Hopkins Center for Health Security in collaborazione con il World Economic Forum e la Fondazione Bill & Melinda Gates ha presentato a New York “l’Event 201 Pandemic Exercise” (qui il video https://www.youtube.com/watch…) in cui è stata simulata una pandemia da coronavirus partita dal Brasile e poi diffusasi in tutto il mondo per mostrare gli enormi costi economici e di vite umane legati alle infezioni dei virus. Al summit hanno partecipato 15 leader di multinazionali, dei governi e della sanità pubblica. https://www.ansa.it/…/busin…/news/2019-10-16_1162067813.html

12) Il primo caso di coronavirus è stato scoperto il 1 dicembre del 2019 e poiché ha un’incubazione di 2 settimane il contagio risaliva a metà novembre, ovvero ad appena un mese dopo dall’Event 201 di New York sulla simulazione della pandemia di coronavirus partita dal Brasile. https://ilfattoalimentare.it/coronavirus-informazioni-origi…

13) Li Wenliang, il medico cinese di 34 anni che per primo ha dato l’allarme alle autorità fu arrestato e messo a tacere con l’accusa di diffondere notizie false e di procurato allarme. E’ morto poco dopo il suo rilascio e la causa ufficiale del decesso è l’infezione da coronavirus nonostante fosse di giovane età e non avesse alcuna patologia debilitante. Il ritardo delle autorità di Pechino nel bloccare i primi focolai del virus denunciati da Li Weliang, ne ha consentito la diffusione. https://www.ilmessaggero.it/…/coronavirus_morto_medico_cine…

14) La Commissione per l’Anticorruzione del Partito ha aperto un’inchiesta sulla strana morte di Li Wenliang (il coronavirus uccide quasi esclusivamente persone in età avanzate con altre patologie). http://www.ansa.it/…/morto-il-medico-cinese-che-diede-lalla…

15) Il prof. Francis Boyle, professore di diritto allʼuniversità dellʼIllinois e creatore del Biological Weapons Act, ha dichiarato che il coronavirus è stato creato in laboratorio https://www.tgcom24.mediaset.it/…/coronavirus-lesperto-amer…

16) La comparsa del coronavirus è avvenuta a Wuhan uno dei maggiori snodi ferroviari della Cina e proprio a ridosso dei festeggiamenti per il capodanno cinese (25 gennaio 2020), ovvero esattamente nell’unico periodo in cui si verificano enormi spostamenti di cinesi sia in patria che nel mondo con circa 3 miliardi di persone in movimento. Se qualcuno avesse avuto intenzione di diffondere un virus in Cina non avrebbe potuto scegliere luogo e periodo migliore https://www.vanityfair.it/…/capodanno-cinese-2020-perche-la…

17) Subito dopo lo scoppio dell’emergenza, le azioni della Bill & Melinda Gates e delle altre multinazionali impegnate nella ricerca del vaccino hanno preso il decollo https://www.ilsole24ore.com/…/virus-cinese-societa-che-lavo…

18) Il 25 febbraio 2020 la società “Moderna” finanziata dalla fondazione Bill & Melinda Gates ha annunciato di possedere il vaccino specificando che è già pronto per essere testato sull’uomo. https://forbes.it/…/moderna-l-azienda-che-ha-sviluppato-il…/

Qui di seguito il link al post originale:

https://www.facebook.com/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpizzutimarco%2Fposts%2F1352491144953119

Il brevetto del coronavirus

Depositato per la prima volta nel 2004 google ha in archivio il brevetto e le relative descrizioni:

https://patents.google.com/patent/EP3172319B1/en

Coronavirus e le statistiche aggiornate

Risulta chiara l’intenzione discriminante nei confronti dell’Italia. Sembra impossibile che uno stato in recessione rispetto al resto d’Europa generi un numero così impari di infetti rispetto agli stati adiacenti maggiormente coinvolti in rapporti commerciali con la Cina.

Alcuni interventi sul coronavirus rilevanti sui social fuori dal mainstream

La correlazione tra 5G e coronavirus, l’opinione di Rosario

C’è un nesso tra 5G, il Coronavirus e l’incidente ferroviario di Lodi?

Nella zona di Lodi uno scambio in tilt provoca un grave incidente ferroviario. Sono note le interferenze dei trasmettitori 5G con gli apparati elettronici e, guarda caso, la zona è una di quelle interessate dalle prime sperimentazioni del nuovo sistema di comunicazioni che usa fasci di microonde per inviare e ricevere dati. [1] Caso vuole nello stesso distretto abbiamo i primi casi di influenza da Coronavirus (COVID19), laddove si impone addirittura la quarantena per oltre 40.000 cittadini. Come già detto il 5G inibisce il sistema immunitario, oltre che impedire l’assorbimento di ossigeno da parte dei globuli rossi [2] e quindi è potenzialmente causa di gravi effetti sulla salute umana per via indiretta. Ora… non è che le autorità cercano di nascondere il bubbone 5G e le sue conseguenze su animali [3], piante e persone, addebitando la responsabilità dei decessi ad un fantomatico virus?

[1] Episodi inerenti malfunzionamenti della metropolitana di Roma sono stati addebitati alle interferenze provocate dai nuovi ripetitori 5G.

[2] Coronavirus, secondo studi ed esperti col 5G c’è “immunodepressione e non assorbimento d’ossigeno”. Cioè l’identikit del virus! https://oasisana.com/…/coronavirus-secondo-studi-ed-esper…/…

[3] A Wuhan gli uccelli impazziscono e poi cadono al suolo: https://youtu.be/RCZQzy_whE8

Il coronavirus e la complicità dei media italiani

Risulta chiaro come il coronavirus sia uno strumento mediatico per attaccare una possibile relazione di cooperazione economica sulle installazioni perniciose delle reti 5g. La stessa cooperazione non voluta dal governo USA che ha imposto la caduta del governo Lega – 5S (al corrente di tutti i progetti dall’inizio dei loro rapporti).

Da questo video si evince come l’insistenza mediatica trasporti una cattiva informazione di regime pilotata dai soliti gruppi economici di potere al fine di creare ulteriori impoverimenti economici all’Italia:

I consigli per combattere il coronavirus

Molto semplicemente spegnere i media di regime: evitare di accedere alle informazioni dei canali televisivi, delle reti di informazione mainstream su internet (Repubblica, Corriere ecc ecc…). La vostra vita si allungherà non di poco e le guerre mediatiche (che hanno sostituito quelle fisiche dal dopoguerra in Europa) fletteranno la loro efficacia.

Non credete alla TV, non credete ai telegiornali. Leggete le notizie al contrario piuttosto e avrete un quadro completo di ciò che sta accadendo:

  • se viene dato risalto ad una notizia = la vera notizia importante sarà un’altra e non ve ne sarà informazione
  • se accade qualche evento rilevante = è voluto come sarà voluto farci credere la dinamica dei fatti

AGGIORNAMENTO

Covid-19, accordi del Ministero con i Social per un’informazione corretta

La beffa che dimostra il tentativo di attacco all’Italia nell’accordo tra il governo e il motore di ricerca ‘google’, compreso ‘youtube’, per indicizzare le notizie governative sul Covid-19 sulle prime posizioni.

Qui il post ufficiale:

Tra l’altro il sottodominio del governo non è manco sicuro a livello di connessione ssh..

Le conseguenze del Covid-19 e l’influenza del Coronovirus

Le richieste iniziali di disoccupazione sono (piuttosto letteralmente) fuori dai parametri

Nuovi Stati Uniti I dati sul mercato del lavoro pubblicati giovedì hanno rivelato un massiccio aumento delle richieste iniziali di disoccupazione per la settimana terminata il 21 marzo. Gli Stati Uniti Il Dipartimento del Lavoro ha riferito che il numero di americani che hanno appena fatto domanda per l’indennità di disoccupazione è salito a 3.283.000, un numero letteralmente fuori dalle classifiche rispetto ai dati storici. Secondo il DOL, i picchi precedenti si erano verificati nell’autunno del 1982 e nel marzo 2009, quando i reclami iniziali avevano raggiunto rispettivamente 695.000 e 665.000.

Il rapido (seppure previsto) aumento della disoccupazione è stato guidato dalle misure adottate per contenere l’epidemia di COVID-19 negli Stati Uniti, che ha portato a chiusure diffuse di bar, ristoranti e cinema, nonché a fermare la maggior parte dei viaggi, scioccando il trasporto e le industrie dell’ospitalità al centro. “Quasi tutti gli stati che hanno fornito commenti hanno citato gli impatti del virus COVID-19”, ha scritto la DOL nel suo comunicato stampa ufficiale. “Gli Stati hanno continuato a citare le industrie dei servizi in generale, in particolare alloggi e servizi alimentari. Altre industrie pesantemente citate per gli aumenti includevano l’assistenza sanitaria e l’assistenza sociale, l’arte, l’intrattenimento e la ricreazione, i trasporti e il deposito e le industrie manifatturiere”

Mentre i dati storici di oggi sono certamente allarmanti, è difficile confrontare la situazione attuale con le crisi passate. Mai prima d’ora abbiamo visto un arresto così improvviso dell’attività economica, ma mentre ciò si traduce in numeri estremi come abbiamo visto oggi, potrebbe anche consentire una ripresa più rapida una volta che le misure più estreme sono state revocate. Mentre la maggior parte degli epidemiologi ritiene tali misure essenziali nella gestione dell’epidemia, i critici sostengono che il danno inflitto all’economia potrebbe essere peggiore della minaccia rappresentata dalla malattia stessa. Lo stesso presidente Trump è solidale con tali preoccupazioni, avendo ripetutamente avvertito che “non possiamo lasciare che la cura sia peggiore del problema”.

Ufo False Flag… un presentimento?

Si fa un gran parlare di ufo sui siti di controinformazione. Su tutti, sia su quelli definiamoli ‘attendibili’ che quelli sulla linea, sospetti, popolati da troll e gestiti da criminali statali e da uomini del cicap. Di false flag ‘defacciate’ ce ne sono state tante recentemente. In realtà tutta la storia moderna e contemporanea può definirsi composta ESCLUSIVAMENTE da false flag e depistaggi, azioni per reazioni, motivi per scopi. I dormienti non se ne rendono conto.

Non bastano le armi, le azioni militari sia all’estero che in casa. Dopo la grande messa in scena dell’11 Settembre sembra sia sempre più difficile stupire un pubblico ormai abituato ai grandi eventi, gli effetti speciali, desensibilizzato di fronte alla violenza.

Ho come il presentimento che il brulicare di possibili rivelazioni o presunte tali dell’esistenza degli extraterrestri da parte di esponenti politici internazionali in questi mesi sia una mera introduzione ad un evento. Un grande evento (fittizio chiaramente) in cui l’umanità rinnoverà il suo stupore e tornerà a provare languide sensazioni di paura e terrore insieme.

Ci sono i presupposti per creare la finta apparizione di ufo e astronavi, ci sono i presupposti tecnici e psicologici. Potremmo vederli presto questi ufo, potremmo finalmente sentirci spaventati, inermi e soli di fronte all’avvenire:

basterà per spillarci l’ultimo grammo di sovranità rimasto?

Nizza e il false flag – il job act e la massoneria

Il false flag

Sconcertanti sono gli eventi di Nizza. Terrore, paura, insicurezza. Bisogna tuttavia essere forti, ma perchè? Perchè la guerra non è terminata. La guerra alla popolazione civile e ai diritti del singolo cittadino è in corso da molto tempo e, come ribadito in questo blog, ci concede attimi di riflessione. Dal lontano attentato alle Torri Gemelle di New York ha serpeggiato tra le persone una nuova presa di coscienza: quando parliamo di depistaggi, false flag, azioni di disturbo e dissonanza cognitiva facciamo venire a galla una nuova consapevolezza. Tutto ciò che abbiamo letto sui falsi libri di scuola, privi di critica profonda, ora, lo stiamo vivendo e siamo noi i protagonisti degli eventi che caratterizzeranno le scelte politiche ed economiche autoritarie che necessariamente arriveranno.

In Francia è già guerra, è conflitto sociale estremizzato. I francesi stanno combattendo il Job Act che presto toglierà loro molti fondamentali diritti del lavoro.

Il job Act

Il Job Act in Italia è passato lindo come un corso d’acqua in un prato, silente e privo di alcuna opposizione. In Francia no. I francesi alle multinazionali il ‘culo’ vorrebbero romperglielo ed ecco arrivare la loro punizione: la rovina della loro festa, nella data a loro più importante e, soprattutto, l’inasprimento delle pene preventive e dell’uso della repressione armata. La festa finita.

Ebbene questa strategia della tensione non è pilotata da alcun gruppo mediorientale ma da chi da sempre il mondo lo tiene in pugno: le grandi élite finanziarie massoniche.

Troppi sono infatti gli aspetti grotteschi di quanto accaduto a Nizza, di seguito un video che ne riassume con lucidità i cardini:

Jovanotti, il bilderberg e le multinazionali, il delirante discorso!

Ripropongo il filmato di Jovanotti ripreso ad un intervento pubblico nel quale afferma di essere stato invitato ad un convegno segr.. ehm privato (Bilderberg?) dove ha appreso che il destino del genere umano è in mano ad un manipolo di persone illuminate che fanno quadriglia sistemica.

In un primo momento ero contento che qualcuno verificasse l’esistenza di queste sette segrete anche in Italia e che finalmente ne parlasse apertamente; tuttavia il tono espressivo compiaciuto e asservito di Jovanotti non può che far venire il voltastomaco alla lunga. Allucinazione e ipnosi collettiva non sono niente paragonato a questo stato di alterazione cognitiva manifestato così pubblicamente.

La condanna delle popolazioni espressa con soddisfazione e magnificenza. Se non fosse registrato non ci si potrebbe credere.

Di seguito la voltata di stomaco:

Dopo Prince arriva Vin Diesel e si torna a parlare di geoingegneria

Ecco una bellissima foto di Vin Diesel che mostra un cielo striato da irrorazione. Il cantautore Prince quando era ancora in vita aveva spesso affrontato nelle sue lunghe interviste il tema della geoingegneria, soprattutto quella clandestina. Ora, dopo il suo decesso, ecco le provocazioni dell’ennesimo cantautore che non sembra aver paura di affrontare l’increscioso problema delle scie chimiche. Tra gli episodi di manipolazione cinematografica appare anche il promo di uno dei primi film della serie ‘Fast & Furios’ che ha Vin Diesel come protagonista. La versione del promo ha subito una modifica vedendo introdotte fantomatiche scie di aerei dove non erano presenti.

Si allarga quindi la schiera di celebrità che in un modo o nell’altro vengono coinvolte nelle problematiche derivate dall’irrorazione degli stati in maniera non autorizzata.

Renzi umilia signora anziana… i ragazzi del g8!

Non è solo il fatto di vedere una signora anziana liquidata da Renzi, per la strada. E’ vedere l’inclinazione a non ascoltare  a non voler sentire.. a fregarsene. Lontano dai cittadini e a braccetto con le più losche e becere multinazionali del petrolio e delle finanze.

Per i lettori distratti:

 

Ebbene No! Non è questo che mi abbatte.

E’ il mio pensiero e quello di alcuni miei colleghi che va al G8. A quella schermaglia lontana nella storia oramai che tutti hanno dimenticato. L’infamità della reazione.

Il mio pensiero va a quei ragazzi con il casco, con la tuta da rugby e i colori dei nativi americani. Lottavano per noi. 

 

… noi dove eravamo?