Ufo False Flag… un presentimento?

Si fa un gran parlare di ufo sui siti di controinformazione. Su tutti, sia su quelli definiamoli ‘attendibili’ che quelli sulla linea, sospetti, popolati da troll e gestiti da criminali statali e da uomini del cicap. Di false flag ‘defacciate’ ce ne sono state tante recentemente. In realtà tutta la storia moderna e contemporanea può definirsi composta ESCLUSIVAMENTE da false flag e depistaggi, azioni per reazioni, motivi per scopi. I dormienti non se ne rendono conto.

Non bastano le armi, le azioni militari sia all’estero che in casa. Dopo la grande messa in scena dell’11 Settembre sembra sia sempre più difficile stupire un pubblico ormai abituato ai grandi eventi, gli effetti speciali, desensibilizzato di fronte alla violenza.

Ho come il presentimento che il brulicare di possibili rivelazioni o presunte tali dell’esistenza degli extraterrestri da parte di esponenti politici internazionali in questi mesi sia una mera introduzione ad un evento. Un grande evento (fittizio chiaramente) in cui l’umanità rinnoverà il suo stupore e tornerà a provare languide sensazioni di paura e terrore insieme.

Ci sono i presupposti per creare la finta apparizione di ufo e astronavi, ci sono i presupposti tecnici e psicologici. Potremmo vederli presto questi ufo, potremmo finalmente sentirci spaventati, inermi e soli di fronte all’avvenire:

basterà per spillarci l’ultimo grammo di sovranità rimasto?

Annunci

Nizza e il false flag – il job act e la massoneria

Il false flag

Sconcertanti sono gli eventi di Nizza. Terrore, paura, insicurezza. Bisogna tuttavia essere forti, ma perchè? Perchè la guerra non è terminata. La guerra alla popolazione civile e ai diritti del singolo cittadino è in corso da molto tempo e, come ribadito in questo blog, ci concede attimi di riflessione. Dal lontano attentato alle Torri Gemelle di New York ha serpeggiato tra le persone una nuova presa di coscienza: quando parliamo di depistaggi, false flag, azioni di disturbo e dissonanza cognitiva facciamo venire a galla una nuova consapevolezza. Tutto ciò che abbiamo letto sui falsi libri di scuola, privi di critica profonda, ora, lo stiamo vivendo e siamo noi i protagonisti degli eventi che caratterizzeranno le scelte politiche ed economiche autoritarie che necessariamente arriveranno.

In Francia è già guerra, è conflitto sociale estremizzato. I francesi stanno combattendo il Job Act che presto toglierà loro molti fondamentali diritti del lavoro.

Il job Act

Il Job Act in Italia è passato lindo come un corso d’acqua in un prato, silente e privo di alcuna opposizione. In Francia no. I francesi alle multinazionali il ‘culo’ vorrebbero romperglielo ed ecco arrivare la loro punizione: la rovina della loro festa, nella data a loro più importante e, soprattutto, l’inasprimento delle pene preventive e dell’uso della repressione armata. La festa finita.

Ebbene questa strategia della tensione non è pilotata da alcun gruppo mediorientale ma da chi da sempre il mondo lo tiene in pugno: le grandi élite finanziarie massoniche.

Troppi sono infatti gli aspetti grotteschi di quanto accaduto a Nizza, di seguito un video che ne riassume con lucidità i cardini:

Jovanotti, il bilderberg e le multinazionali, il delirante discorso!

Ripropongo il filmato di Jovanotti ripreso ad un intervento pubblico nel quale afferma di essere stato invitato ad un convegno segr.. ehm privato (Bilderberg?) dove ha appreso che il destino del genere umano è in mano ad un manipolo di persone illuminate che fanno quadriglia sistemica.

In un primo momento ero contento che qualcuno verificasse l’esistenza di queste sette segrete anche in Italia e che finalmente ne parlasse apertamente; tuttavia il tono espressivo compiaciuto e asservito di Jovanotti non può che far venire il voltastomaco alla lunga. Allucinazione e ipnosi collettiva non sono niente paragonato a questo stato di alterazione cognitiva manifestato così pubblicamente.

La condanna delle popolazioni espressa con soddisfazione e magnificenza. Se non fosse registrato non ci si potrebbe credere.

Di seguito la voltata di stomaco:

Dopo Prince arriva Vin Diesel e si torna a parlare di geoingegneria

Ecco una bellissima foto di Vin Diesel che mostra un cielo striato da irrorazione. Il cantautore Prince quando era ancora in vita aveva spesso affrontato nelle sue lunghe interviste il tema della geoingegneria, soprattutto quella clandestina. Ora, dopo il suo decesso, ecco le provocazioni dell’ennesimo cantautore che non sembra aver paura di affrontare l’increscioso problema delle scie chimiche. Tra gli episodi di manipolazione cinematografica appare anche il promo di uno dei primi film della serie ‘Fast & Furios’ che ha Vin Diesel come protagonista. La versione del promo ha subito una modifica vedendo introdotte fantomatiche scie di aerei dove non erano presenti.

Si allarga quindi la schiera di celebrità che in un modo o nell’altro vengono coinvolte nelle problematiche derivate dall’irrorazione degli stati in maniera non autorizzata.

Renzi umilia signora anziana… i ragazzi del g8!

Non è solo il fatto di vedere una signora anziana liquidata da Renzi, per la strada. E’ vedere l’inclinazione a non ascoltare  a non voler sentire.. a fregarsene. Lontano dai cittadini e a braccetto con le più losche e becere multinazionali del petrolio e delle finanze.

Per i lettori distratti:

 

Ebbene No! Non è questo che mi abbatte.

E’ il mio pensiero e quello di alcuni miei colleghi che va al G8. A quella schermaglia lontana nella storia oramai che tutti hanno dimenticato. L’infamità della reazione.

Il mio pensiero va a quei ragazzi con il casco, con la tuta da rugby e i colori dei nativi americani. Lottavano per noi. 

 

… noi dove eravamo?

 

 

 

L’attacco al genoma umano defacciato. DNA in pericolo.

Il genoma umano è sotto attacco. E’ ormai chiaro come il sole. Le radiofrequenze dei dispositivi mobili quali i cellulari e i recenti smartphone, le radiofrequenze spinte dei controlli agli aeroporti si manifestano per quello che sono: distorsori del DNA dell’uomo.

La continua irrorazione di metalli nell’aria quali l’alluminio e il bario non servono solo a migliorare le comunicazioni satellitari militari ma hanno lo scopo di influenzare il regolare comportamento e formazione del genoma umano; amplificare quindi i processi di disturbo elettromagnetici indotti da piattaforme radar appartenenti al progetto HAARP. (tra i più vicini a noi si può citare il MUOS in Sicilia). Tra i maggiori complici si possono annoverare google, microsoft, facebook e tutte le compagnie ‘emergenti’ che hanno investito sulla globalizzazione e l’imposizione di applicativi legati all’irrorazione elettromagnetica.

Il fine? La progressiva sterilizzazione del genere umano e la sua riduzione di unità con l’imposizione di modelli culturali e malfunzionamenti corporei. Il corpo umano è un’antenna e come tale viene influenzata dalle emissioni del mondo circostante. L’essere umano finirà presto a dover acquistare la prole che verrà prodotta in vitro, marchiate e chippate a dovere. Tutte le entità scientifiche legate alla sperimentazione medica sono militari, tutti i concetti fisici e biologici derivano da ambienti militari e di controllo. E’ tutta una gigantesca dannosa bolla di sapone che porterà la maggior parte della popolazione terrestre ad una condizione di schiavitù. Gli elementi sono chiari, sta solo a noi adesso svegliarci e scegliere o morire.

Di seguito il video di chi ha lavorato da vicino nell’ambiente delle sperimentazioni biologiche e ha preso coscienza dei pericoli sull’uso delle nano tecnologie per l’essere umano.