Il segreto rivelato: la ghiandola pineale, la melatonina e il fluoro. L’attivazione a 936Hz.

Ed ecco il segreto, il tallone d’Achille rivelato: l’attacco alla nostra ghiandola pineale da quando siamo nati. Personalmente la mia è stata un problema fin dall’infanzia, gli endocrinologi sono solo all’alba dei loro studi e tutte le loro ricerche portano ad un conseguimento di un master. Quante informazioni sono loro tenute nascoste nonostante i 2000 e passa anni di esperienza diretta.

Ecco un filmato che spiega cosa è successo e cosa va evitato. I risultati non tarderanno a manifestarsi se farete attenzione a cosa ingerite. Consapevolezza ovunque, siamo sempre sotto attacco:

E ora.. dopo il video esplicativo, un breve riassunto della storia della ghiandola pineale e le tecniche per rallentare il suo invecchiamento e riaprire un pò di più gli occhi:

La ghiandola pineale o epifisi è una ghiandola endocrina delle dimensioni di una nocciola, sporge all’estremità posteriore del terzo ventricolo. Appartiene all’epitalamo ed è collegata mediante alcuni fasci nervosi pari e simmetrici (peduncoli epifisari), alle circostanti parti nervose. Le sue cellule, i “pinealociti” producono la melatonina che regola il ritmo circadiano sonno-veglia, reagendo alla poca luce.

Conosciuta fin dall’era antica, anche per la sua frequentissima calcificazione in età matura, questa ghiandola di circa 1 cm di lunghezza, 0.5 cm di larghezza e 500 mg di peso, è uno dei centri dell’organizzazione circadiana dell’organismo.
Per Cartesio la ghiandola pineale è il punto privilegiato dove mente (res cogitans) e corpo (res extensa) interagiscono, in quanto unica parte del cervello a non essere doppia

La calcificazione e’ naturale, la possiamo rallentare poco o molto con metodi naturali senza prendere nessuna pastiglia che non sia la semplice melatonina:
– Meditazione (prima iniziate prima vedrete i risultati)
– Dormire nel silenzio quasi assoluto(organizzatevi coi tappi); le tapparelle devono essere chiuse bene nella stanza da letto; il sole non deve disturbare gli occhi chiusi influenzandone tantissimo i sogni, la loro concentrazione e la stimolazione della ghiandola pineale;
– cercate di dormire abbastanza ore e andando a dormire possibilmente con poca adrenalina e nicotina o caffeina nel sangue.
– l’attivita’ fisica che innalza del 200% la melatonina ( molti maestri del teatro lavoravano sulla psiche dei personaggi solo dopo ore di Training Fisico )
– tanti bei carboidrati la sera [inibite i cortecosteroidi e le catecolamine (ormoni dello stress)]

Ecco la frequenza per attivarla: 936HZ

Annunci